Giovedì, 12 Maggio 2016 13:04

Marketing operativo: come aumentare il fatturato in officina grazie agli ammortizzatori

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)

Lo abbiamo già detto, e lo ribadiamo con convinzione: oggi, saper riparare non basta più per rimanere competitivi sul mercato. In tempi di social media, comunicazione in Rete, mobile e quant’altro, la concorrenza per le autofficine prolifera, ed è anche piuttosto feroce. E poi, c’è un altro problema: l’abusivismo. Ne abbiamo già parlato in un recente articolo comparso su questo blog, rimarcando come siano gli stessi meccanici in regola che si devono tutelare, fornendo servizi e accrescendo la “cultura” del cliente. Non solo: mostrandogli le dovute attenzioni, lo faremo sentire “coccolato” e tenuto nella migliore alta considerazione.

Insomma, il know-how tecnico acquisito negli anni non è sufficiente per emergere e restare sulla cresta dell’onda. È necessario utilizzare efficaci strumenti di marketing che ci aiutino a sviluppare il nostro business. Ma come farlo? Autronica ha pensato di aiutarvi con strumenti pratici che renderanno sempre più soddisfatta la vostra clientela ed aumenteranno i vostri guadagni. Periodicamente pubblicheremo alcuni contributi che vi aiuteranno ad offrire un servizio efficace, a  comunicare con il vostro cliente e a predisporre alcuni semplici ed utili strumenti.

Il primo argomento che abbiamo scelto sono gli ammortizzatori, spesso trascurati dagli automobilisti. Quante volte proponiamo un controllo di questo componente a chi sceglie la nostra autofficina? E mettiamo l’accento sul fatto che la loro usura possa mettere a repentaglio la sicurezza dell’automobilista al volante? Non possiamo certo pretendere che sia il nostro cliente a sapere quando un ammortizzatore è “a fine vita”, né che si accorga di quali siano i sintomi. Sta a noi, quindi, farglielo presente e, nel caso, consigliare la sostituzione del componente, ribadendo che ne va della propria sicurezza e tranquillità al volante.

Ma come? Beh i modi sono tanti e differenti. Mandando una email informativa con allegato un coupon per un controllo gratuito, oppure stampando un volantino da lasciare nella vostra sala d’attesa o sul sedile dell’auto alla riconsegna dopo la riparazione. O ancora scrivendo un bel post sulla vostra pagina Facebook o G+ o Twitter che invita gli automobilisti della zona a farvi visita per un consiglio. A proposito … ce l’avete una pagina Fecebook? La usate correttamente? Di questo parleremo prossimamente, ma ora torniamo ai nostri cari ammortizzatori. Provate a chiedere al vostro fornitore di fiducia di farvi un’offerta allettante sull’acquisto degli ammortizzatori e proponete ai clienti un controllo gratuito per la loro sicurezza e in caso di necessità di sostituzione uno sconto vantaggioso se presentano il vostro coupon. Queste attività ripagano moltissimo, potrete conoscere nuovi clienti, rivedere vecchi cliente che non sentite da un po’ e fidelizzare ulteriormente quelli più assidui. I più attivi di voi potrebbero anche pensare di fare una piccola inserzione pubblicitaria su un giornale locale con l’offerta commerciale. Le idee possono davvero essere tante. Il nostro consiglio è di non dare per scontato che l’automobilista sappia come tenere monitorata la propria auto e come poter viaggiare in tutta sicurezza. Facendo leva su questi argomenti riuscirete senz’altro a far percepire l’importanza del vostro lavoro e del suo valore.

Ma ora passiamo alla fase pratica. Immaginiamo che non tutti abbiano competenze grafiche o si possano appoggiare ad un’agenzia di comunicazione quindi ci pensiamo noi: qui di seguito troverete già tutti gli elementi che vi abbiamo proposto pronti all’uso e personalizzabili con il vostro logo, nome o timbro della officina.

Usateli al meglio e seguiteci perchè ne proporremo altri in futuro!

La redazione!

 scarica kit comunicazione  ammortizzatori per autofficina

 

Letto 13917 volte Ultima modifica il Mercoledì, 06 Luglio 2016 14:59

Lascia un commento